Home Ieros
Ieros
informazione Ieros

Coach ragazzi, adolescenti

Coaching ragazzi adolescenti  

Coaching per adolescenti: scopo, studio, metodo, sport e vita

Coaching per ragazzi, per guidare gli adolescenti in uno scopo, nello studio, per un metodo, nello sport e nella vita

Aiutare gli adolescenti a fare chiarezza in maniera sincera dentro di sé e per comprendere le proprie passioni e crearsi un'idea del proprio futuro
Un ragazzo ha bisogno di un modello, con cui confrontarsi, copiare e chiedere un supporto per le sfide importanti che lo attendono
Il coach da parte sua deve agire su tre aspetti, fondamentali, che rafforzeranno il ragazzo e gli permetteranno di maturare e sbocciare.
Allenare il ragazzo, con metodologia deduttiva ed induttiva, in modo da mostrargli strade diverse, per arrivare a capire quale sia la sua vocazione.
Una cosa la vorrei precisare da subito, non si tratta di una consulenza, o tanto meno psicologica, stiamo su tutta altra strada: affrontiamo cose reali, visibili, concrete.

La filosofia classica e i grandi classici con le loro metodologie tracciano un solco ben deciso, basta solo comprenderli a fondo e applicare i loro insegnamenti che sono sorprendetementi attuali.
Mentre, mai si riesce ad attualizzare, o contestualizzare ad oggi forse perchè non compresi a fondo.
Lo sviluppo delle abilità sociali e psicologiche è importante tanto quanto lo sviluppo e le
abilità fisiche e vivono in sinergia.
Il coach ha la responsabilità di pianificare e fornire attività, prove, sessioni e programmi, che tendono ad offrire confronto ed ordine di priorità al ragazzo. Le scelte seguiranno le passioni che definiranno il design dell'obiettivo.
Occorre sapere capire quali passioni ed eccellenze siano nascoste nei nostri ragazzi e come con il metodo socratico della Maieutica occorre farle emergere, Socrate usava la metafora della levatrice
Piano, e con il tempo si sviluppano le varie abilità ed una visione positiva delle proprie azioni, raggiungendo la capacità di fare cose che sono apprezzate da se stessi e dagli altri.
Occorre dare l'humus necessario per diventare Persona: fiducia, auto-efficacia, connessione (costruire legami positivi attraverso relazioni sane) e connessione con l'ambiente, come senso di appartenenza ed identità, infine l'essere originale come esigenza di creatività.

Sono possibili anche l'apertura di sportelli di coaching per adolescenti, in Istituti scolatici. Si inizia con l'analisi e la creazione di canali comunicativi, per avere un confronto diretto e sincere che porti a comprendere le attitudini del ragazzio e alla valorizzazione di potenzialità. Ongi ragazzo ha una propria vocazione, come tutti noi, fatta di passione e attitudini ed un orientamento, coaching rafforza il percorso naturale nell'adulto, e Persona.

Potremmo anche agire, sul comportamento  ma dipende dall'età, dal tempo e da tanti altri aspetti del carattere.
L'importanza del senso del giusto, che in parte in tutti noi anima. Cura di se stesso,  simpatia ed empatia per gli altri, il rispetto delle regole, buon senso e concetto di giusto e sbagliato.
promozione di relazioni sane
Tale attenzione previene possibili forme di violenza di genere ed indirizza ed incanala in modo positivo le energie del ragazzo.

I ragazzi non riescono a comunicare, in un mondo patinato e frivolo sono congelati e fragili,
non sono abituati al confronto ed anche a scuola per impreparazione dei docenti, chi pone domande, ed ha senso critico, spesso, è valutato negativamente.
Mentre nei sistemi scolastici più evoluti le domande intelligenti sono valutate positivamente dal professore, qui in Italia chi dissente, mette in difficoltà il sistema, che tende ad omologare ed appiattire tutto e tutti
Il non aver compreso è un problema anche dell'insegnante perchè chiedere, domandare, dubitare è un dovere, un diritto è la base della conoscenza.
La scuola reale, vera, è una palestra che allena alla vita, ma serve serietà delle istituzioni e programmi codificati in maniera razionale, altrimenti possiamo perdere talenti che la scuola è stata incapace di rilevarli.

Il coaching porta consapevolezza e responsabilità per una formazione intesa come allenamento al sapere individuale, critico e creativo.
È un dato di fatto accertato che chi ha avuto successo a scuola, nella vita spesso ha difficoltà ad  emergere  nel lavoro, nella sua professione ed in Italia i dati sono impietosi.
Rendere sicuro e responsabile un ragazzo, con principi sani, rafforza il suo modo di comunicare e da questo poi discendono tutta una serie di fattori positivi, che si moltiplicano in campo scolastico, sportivo, sociale ed affettivo.
Il coaching può essere la chiave di volta per la sua vita futura.
Un programma modulato sulle esigenze del ragazzo può sbloccare ed aumentare il suo potenziale in maniera esponenziale, convogliando le sue energie nelle sue passioni e nel suo futuro affinché possa essere in futuro un uomo felice e realizzato...

 richiesta informazioni